Novità Conservatorio Offerta formativa Eventi International Amministrazione trasparente Booking Contatti
A- A A+

Consiglio accademico

Il Consiglio accademico è organo di indirizzo, programmazione, coordinamento e controllo delle attività didattiche, di ricerca e di produzione artistica del Conservatorio.

Membri per il triennio 2015-2018:

Franco Rossi, Direttore

Rappresentanti dei Docenti:

Florindo Baldissera
Francesco Bellotto
Francesco Bencivenga
Paolo De Rossi
Matteo Liva
Isabella Lo Porto
Alessia Toffanin
Gabriele Vianello Mirabello

Rappresentanti degli Studenti: 

Carlo Emilio Tortarolo
Filippo Tramontana

 

 

Documenti:



Dallo Statuto del Conservatorio di musica "Benedetto Marcello" di Venezia, ai sensi della Legge 508/99

Art. 10 - Il Consiglio Accademico

  1. Il Consiglio accademico è organo di indirizzo, programmazione, coordinamento e controllo delle attività didattiche, di ricerca e di produzione artistica del Conservatorio. In particolare il Consiglio accademico:
    a) determina il piano di indirizzo e la programmazione delle attività didattiche, scientifiche, artistiche e di ricerca, tenuto conto delle disponibilità di bilancio relative all'esercizio finanziario di riferimento. Sulla base dei criteri e delle linee guida definite dalla direttiva ministeriale il Consiglio predispone anche programmi triennali aggiornabili;
    b) assicura il monitoraggio ed il controllo delle attività di cui alla lettera a);
    c) definisce le linee di intervento e di sviluppo della didattica, della ricerca e della produzione e le priorità da perseguire nella predisposizione del bilancio di previsione del Conservatorio e nella distribuzione delle risorse di personale, di spazi e finanziarie alle strutture didattiche, di ricerca e di produzione artistica, proponendo al Consiglio di Amministrazione l’ammontare dei fondi destinati alla ricerca e alla produzione artistica;
    d) determina i criteri e le modalità operative per la valutazione dell'efficacia e dell'efficienza delle attività didattiche, artistiche e di ricerca;
    e) determina i criteri per la promozione e l'attuazione di programmi nazionali e internazionali di cooperazione e scambio in campo didattico scientifico e artistico;
    f) delibera in merito all'attivazione di collaborazioni istituzionali, previo parere favorevole del Consiglio di amministrazione;
    g) esercita le competenze relative al reclutamento dei docenti previste dal regolamento di cui all'art. 2, comma 7, lettera h della L. n. 508/1999, proponendo, con periodicità almeno triennale, le eventuali variazioni di organico, le eventuali variazioni in conformità con gli ordinamenti e con le connesse esigenze didattiche e di ricerca, sentito il Collegio dei Professori;
    h) determina i criteri per la distribuzione del personale docente fra le strutture didattiche scientifiche e artistiche;
    i) assume, nell'ambito delle norme di legge in vigore, iniziative atte a garantire un equilibrato rapporto tra risorse disponibili e numero di studenti iscrivibili ai vari corsi e scuole;
    j) designa, entro il termine di trenta giorni, il Presidente del Conservatorio entro una terna di persone di alta qualificazione manageriale e professionale proposta dal Ministro;
    k) propone al Consiglio di amministrazione l'organico del personale docente per le attività didattiche e di ricerca, nonché del personale non docente;
    l) designa un docente come membro del Consiglio di amministrazione;
    m) esprime il proprio parere al Consiglio di amministrazione in merito alla costituzione del Nucleo di valutazione;
    n) delibera il regolamento didattico, in conformità ai criteri generali fissati dal regolamento di cui all'art. 2, comma 7, lettera h) della L. n. 508/1999, e il regolamento degli studenti, sentita la Consulta degli studenti;
    o) esamina le richieste e le proposte avanzate dalla Consulta degli studenti in modo particolare in merito all’organizzazione didattica;
    p) esercita ogni altra funzione non espressamente demandata dal presente statuto al consiglio di amministrazione.
  2. Il Consiglio accademico è composto da:
    a) il Direttore, che lo presiede;
    b) 6 docenti del Conservatorio eletti, a scrutinio segreto, dal Corpo docente tra quelli in servizio nell’Istituto con almeno 5 anni di anzianità nel ruolo di appartenenza e che abbiano presentato 30 giorni prima dell’elezione un curriculum contenente la descrizione delle proprie esperienze artistiche (pubblicazioni e/o concerti), didattiche e professionali;
    c) due studenti designati dalla Consulta degli studenti.
  3. Il Consiglio accademico è convocato dal Direttore, che ne fissa l'ordine del giorno, di norma ogni due mesi e ogniqualvolta lo ritenga opportuno o quando ne facciano motivata richiesta almeno cinque dei componenti.
  4. Il Consiglio accademico designa il proprio segretario verbalizzante.
  5. Alle riunioni del Consiglio accademico può partecipare il Vice Direttore senza diritto di voto in caso di compresenza del Direttore.
  6. La nomina dei componenti del Consiglio accademico è disposta con decreto del Direttore.
  7. I rappresentanti degli studenti durano in carica tre anni e, purché abbiano conservato i requisiti per l'eleggibilità previsti dal Regolamento generale del Conservatorio, possono essere confermati consecutivamente una sola volta.
  8. Non è consentito ai docenti, eccetto che per il Direttore, fare parte contemporaneamente del Consiglio accademico e del Consiglio di amministrazione.
  9. In sede di prima applicazione il Consiglio accademico si insedia, su convocazione del Direttore, entro 15 giorni dalla proclamazione dei componenti eletti dal Corpo docente.

 

Seguici

Calendario Eventi